Home » Sessualità Maschile » Anche gli uomini hanno la vagina
Anche gli uomini hanno la vagina

Anche gli uomini hanno la vagina

Secondo alcune ricerche scientifiche anche gli uomini hanno la vagina, un organo che a quanto pare non appartiene più soltanto alle donne, ma è presente pure nella prostata dell’uomo.

Ebbene sì anche l’uomo possiede la vagina. Si tratterebbe di una piccola cavità a forma di cilindro profonda 2 cm, che però può raggiungere i 6-8 cm. Questo “buco” è molto simile per struttura anatomica alla vagina femminile, e si trova nella prostata esattamente tra i condotti eiaculatori.

Le ricerche che confermano la teoria sulla vagina maschile

È quanto sostiene il sessuologo Vincenzo Puppo, nonché ricercatore presso il Centro Italiano di Sessuologia, dopo averne parlato anche in due famose riviste medico-scientifiche, BMJ Case Reports e Clinical Anatomy, confermando la presenza di una piccola vagina all’interno dell’apparato genitale degli uomini, quasi identica per forma e per tessuto alla vagina femminile.

La vagina maschile non è una scoperta

Questa teoria in realtà non è una recente scoperta, ma pare esista da anni. Gli esperti in anatomia infatti chiamano vagina una piccola cavità tubiforme di 2 cm situata proprio nella prostata maschile, tra i due condotti eiaculatori e le ghiandole prostastiche. La vagina maschile però ha un nome scientifico, ovvero “otricolo prostastico”, e può anche essere affetto dalle stesse infezioni della vagina femminile come cisti, infiammazioni, eccetera.

Anche le donne possiedono prostata e pene femminile

A pensarci bene esistono anche altri organi, che sono presenti sia nell’uomo che nella donna, ed hanno lo stesso nome come “mammelle” o “capezzoli”. L’esperto Puppo svela inoltre che anche nelle donne sarebbero presenti organi maschili come la prostata e il pene femminile e che quindi l’unica diversità anatomica tra uomini e donne è l’utero.

Adesso non rimane che informare tutti gli uomini e le donne sull’esistenza della vagina maschile!

E voi cosa ne pensate a riguardo?

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*