Home » Sessualità Femminile » BDSM: schiava o padrona?

BDSM: schiava o padrona?

Una sculacciata risveglia la tua passione? O sei il tipo che ama di più avere il partner legato e imbavagliato? Scopri con noi le due facce del BDSM.

BDSM: cosa vuol dire?

Il BDSM è una sigla che racchiude una serie di pratiche considerate una volta inusuali o “estreme”, abbreviate in B/D, D/s e S/M. B/D sta per bondage e disciplina, D/s sta per dominazione e sottomissione (con la s minuscola) e S/M sta per sadismo e masochismo. Tutte cose piuttosto piccantine, vero?

Come si definisce il proprio ruolo

Non c’è una regola precisa: per chi gioca al BDSM senza farne una radicale scelta di vita (ad esempio partecipando a feste e raduni e vestendo i panni di schiava o padrona in modo quotidiano o professionale) spesso i ruoli possono alternarsi: oggi mi leghi tu, domani ti frusto io.

Inoltre, c’è chi preferisce portare il proprio ruolo in camera da letto e chi invece non vede l’ora di disfarsene e capovolgere la sua vita, almeno fra le lenzuola. Troverai così capi terribili in ufficio che ti imploreranno di leccarti gli stivali e timidi studenti che una volta indossati i panni del padrone sanno legarti ad una sedia e renderti la loro schiava implorante.

Schiava o padrona?

Nonostante quello che si può pensare, il ruolo della schiava è molto più rilassante. Si è completamente nelle mani del proprio padrone, che elargirà premi e punizioni in un gioco erotico bollente, fatto di morsi e carezze, baci e ceffoni, sempre tenendo al centro l’estremo piacere di entrambi.

La padrona invece è un ruolo di grande responsabilità: al momento di infliggere le punizioni, deve sempre rimanere entro i limiti del piacere del suo schiavo. Nei giochi di dominazione c’è una grande complicità e il piacere si raggiunge attraverso pratiche che possono andare dalla semplice sudditanza psicologica a lunghe sessioni di costrizione che vi faranno gridare di piacere.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*