Home » Sessualità Maschile » Come durare di più a letto

Come durare di più a letto

La prestazione è l’aspetto del sesso che più spaventa l’uomo. Per questo tutti i maschietti che stanno leggendo saranno felici di sapere che esistono alcuni trucchi per durare di più a letto e amplificare la qualità delle proprie doti amatorie sotto le lenzuola.

I consigli per resistere di più a letto

Si tratta del principale pensiero che l’uomo fa prima di tuffarsi a letto con la propria partner: quanto durerò questa volta? Questo, nella psicologia maschile, può creare dei veri e propri stati di ansia che ovviamente andranno a influire negativamente sul rapporto finale.

Non abbiate fretta: è questo il primo consiglio che si deve seguire per resistere di più a letto. Cercate di ritardare il più possibile la penetrazione, iniziate, magari, appoggiando il pene sul clitoride e una volta iniziato il rapporto completo cercate di non fare movimenti bruschi o veloci. Andateci piano e durante le prime fasi del rapporto non entrate mai nella vagina più di cinque o sei centimetri. In questo modo ritarderete il più possibile il coito.

Altro elemento a cui prestare attenzione è il pensiero continuo all’orgasmo: cercate di dimenticare il fatto che volete raggiungere il piacere, ma concentratevi su altri aspetti del rapporto che state vivendo soprattutto dal punto di vista emotivo. In questo modo riuscirete ad ritardare ancora di più l’eiaculazione e soprattutto non avrete più l’ansia da prestazione che vi assale.

Se invece siete vi accorgete che presto arriverete al punto di non ritorno (quello oltre il quale è impossibile fermare l’orgasmo) allora provate a premere con le dita sull’uretra che si trova proprio alla base del glande. In questo modo verrà limitato l’afflusso di sangue e ritardata l’eiaculazione.

Allenatevi a  durare di più anche fuori dal letto

Ci sono anche alcuni esercizi specifici che possono esser svolti al di fuori dell’attività sessuale, ma possono aiutare l’uomo a ritardare l’eiaculazione.

Innanzitutto individuate i muscoli che sono responsabili dell’orgasmo: per farlo durante la minzione bloccate e lasciate andare più volte l’espulsione delle urine. Quelli che sentite in movimento sono anche le parti del corpo che regolano l’orgasmo maschile.

Successivamente si può allenare questi muscoli contraendoli e rilassandoli più volte al giorno: si può fare l’esercizio in qualsiasi momento e posizione. Basterà tenerli contratti per una decina di secondi e rilasciarli per altri 4 o 5. Ripetete il movimento 5 serie da una decina di ripetizione e i vostri muscoli pelvici saranno più allenati.

Se ripeterete questi esercizi più volte al giorno per almeno un mese riuscirete a notare qualche miglioramento già dopo 2 settimane e un cambiamento radicale dopo 1 mese di esercizi continui.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*