Home » Sessualità di Coppia » Come fare spanking… ovvero come sculacciare bene
come sculacciare una donna

Come fare spanking… ovvero come sculacciare bene

Non serve altro che una mano, due glutei e tanta voglia di “sfogare” la propria energia sull’altro, per accendere o aumentare la passione del momento e giungere intensamente all’orgasmo. Si tratta di una delle pratiche erotiche più apprezzate da entrambi i partner, sia da colui che sculaccia sia da colei che viene sculacciata (o viceversa). Con il nome spanking, infatti, non si parla d’altro se non delle famose sculacciate che fanno schizzare la libido alle stelle. E se pensate di saperlo già fare al meglio, leggete i nostri consigli… la vostra carica erotica aumenterà sempre più.

I preliminari per un buono spanking

Perché sculacciare? Perché eccita entrambi; se a uno dei due non dovesse piacere, però, bisogna fermarsi, perché non è più un gioco consenziente.

Dove sculacciare? Per essere precisi, chi sculaccia deve indirizzare la propria mano verso la parte bassa del gluteo, in modo tale da prendere la “carne”, ma anche la zona alta della coscia. E, dopo aver sculacciato, sarebbe meglio concedere un’altra carezza, prima di lasciarsi andare a quella successiva.

Come sculacciare? L’energia dev’essere tale da scatenare una reazione forte, ma non essere eccessivamente violenta, a meno che non ci sia un accordo pregresso tra i due partner. Chi sculaccia, inoltre, dovrebbe togliersi anelli, bracciali, orologi che potrebbero causare ferite sull’altro.

Come aumentare ulteriormente il piacere? Oltre alle sculacciate, ci si può avvicinare in modo soft al sesso più spinto attraverso qualche piccolo strumento. Chi sculaccia può legare e/o bendare l’altro per rendere la situazione molto più erotica ed al limite della sensibilità.

Ma non è finita qua…Questi sono solo i preliminari di uno spanking fatto bene; la parte clou deve ancora arrivare. Nel prossimo articolo scopriremo insieme i metodi e tutti gli altri strumenti da utilizzare per arrivare al pieno godimento, sia per chi sculaccia che per chi viene sculacciato.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*