Home » Sessualità di Coppia » Cunnilingus e anilingus: l’arte della lingua
leccare l'ano e la vagina

Cunnilingus e anilingus: l’arte della lingua

Si tratta di un’arte sessuale, ovviamente. E’ di derivazione latina e dobbiamo innanzitutto capire di cosa stiamo parlando. L’arte del cunnilingus deriva da “cunnus“, il sesso della donna, e “lingere“, ovvero leccare; quella del anilingus, come qualcuno immagina o, per esperienza, conosce direttamente, deriva da “anus“, l’ano, e lingere. Ma scopriamo nel dettaglio queste due pratiche e perchè sono così diffuse.

Il cunnilingus

Chi pratica il cunnilingus lecca la vagina della propria partner. In questo caso, bisogna sottolineare come il sesso orale sia per la maggior parte delle donne una delle principali fonti di piacere; dall’altra parte, anche gli uomini si eccitano molto al pensiero di leccare la vagina della propria donna.

Praticando il cunnilingus, la lingua morbida, calda e umida, si muove lentamente sul clitoride, punto di incontro di circa 8000 terminazioni nervose. Il risultato non può che essere esaltante.

Attraverso il cunnilingus, l’orgasmo clitorideo è quasi assicurato; ma chi non volesse fermarsi qua, può utilizzarlo come preliminare e come ottimo metodo per eccitare la donna, prima di passare al rapporto sessuale vero e proprio.

L’anilingus

Chi pratica l’anilingus lecca l’ano del partner. Il piacere derivante dal sesso anale è del tutto particolare e necessita di una certa consapevolezza, sia dal punto di vista fisico che psicologico. Molto importante è la lubrificazione, che dev’essere particolarmente abbondante.

Per iniziare, bisogna stimolare la zona con le dita, e procedere avvicinandosi con la bocca. In questo caso, si è avvantaggiati dalla saliva, un lubrificante naturale. È fondamentale lasciare al partner il tempo necessario per rilassarsi e concedersi gradualmente, aumentando l’eccitazione.

Oltre all’anilingus vero e proprio, si può mordicchiare le natiche del partner, leccarle, massaggiarle. Ovviamente, se l’atmosfera lo permette, si può passare successivamente all’utilizzo di un sex toy, per una penetrazione più profonda. A quel punto, manca solo il rapporto anale vero e proprio.

 

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*