Home » Sessualità Maschile » Il sesso migliore in base alla forma del pene
fare sesso in base alla forma del pene

Il sesso migliore in base alla forma del pene

Il kamasutra fornisce preziosi consigli non solo per quanto riguarda la posizione da assumere in base ai gusti personali, ma anche in base alla forma del pene di lui. Eh sì, perché esistono posizioni più soddisfacenti per coloro che hanno il pene a punta, così come ce ne sono altre più adatte a chi ce l’ha a cono; e non è finita qua. Scopriamo ogni forma del pene con cui si può avere a che fare…e decidere di conseguenza!

Se il pene è a punta o un po’ curvo

Si tratta della forma del pene più diffusa ed è quella a punta, che lo vede affusolato sul glande, leggermente appuntito. Oltre alle classiche posizioni, questa forma è molto adatta anche al sesso anale e, in generale, alla penetrazione da dietro.

Se, invece, il pene è curvo, la donna non può che esserne felice, perché il punto G è più facile da stimolare. In particolare, se è curvo verso l’altro, bisogna preferire il missionario; se è curvo verso il basso, meglio la pecorina; se, infine, è curvo da un lato, la posizione che dà maggiori soddisfazioni è quella del cucchiaio. Sconsigliato, invece, il sesso anale, che potrebbe risultare doloroso.

Se il pene a banana, a fungo o a cono

Se si rientra tra coloro che hanno il pene a banana, si parte avvantaggiati e non c’è una posizione da preferire rispetto ad altre. La conformazione più grossa al centro e più stretta agli estremi fa sì che la vagina della donna sia stimolata perfettamente senza alcun dolore.

Quando il glande è più grande in proporzione al tronco, si parla di pene a fungo: in questo caso, è da preferire il missionario, anche se c’è da dire che la soddisfazione derivante dal rapporto sarà facile da raggiungere per entrambi i partner.

Con la forma del pene simile ad un cono, con base larga e glande via via più sottile, la penetrazione vaginale è perfetta; quindi sì alla pecorina ed all’amazzone. Stimolare il punto G, invece, sarà un po’ più complicato.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*