Home » Sessualità Femminile » Kabe-Don una pratica giapponese che piace molto alle donne.

Kabe-Don una pratica giapponese che piace molto alle donne.

Da un paio d’anni un manga ha portato alla ribalta la posizione del Kabe-Don dell’uomo rispetto alla donna. Da allora è apparso in decine di spot, film, serie tv e pubblicità.


Chissà quante volte abbiamo visto questa posizione, con la donna in piedi appoggiata a una parete e l’uomo di fronte a lei che si tiene con una (o due mani) e le sussurra qualcosa.

Nella posizione del Kabe-Don vi è un mix di intimità e aggressività, considerando che in molti casi l’uomo è più alto della donna e la sua posizione le impedisce di allontanarsi.

Ma ci siamo mai chiesti come si chiama questo gesto?

Kabe-don’ (壁ドン)

Ebbene sì, questa posizione ha un nome. Sembra aggressivo, ma in verità viene associato a una innocente rappresentazione erotica. È proprio da un paio d’anni che si è convertito in un topos specialmente nei manga e negli anime shojo (destinati alle donne). Un classico del genere è Strobo Edge.

Perché

Se ci pensiamo bene ci sono molti topos che si ripetono nei film e che ci sembrano naturali: coppie che si prendono per mano o che appoggiano la testa uno all’altra mentre sono seduti. Ma come può essere naturale il Kabe-Don, e perché è diventato popolare così velocemente?

Perché rappresenta un momento di grande tensione sessuale dal quale ci si aspetta succeda qualcosa, magari un bacio, e di solito nei film o nella realtà è proprio il pubblico femminile a sospirare perché tale momento arrivi.

Il Kabe-Don è tutto femminile

Proprio per la posizione e l’imponenza fisica maschile potrebbe sembrare una fantasia maschile di possesso della donna, ma il fatto che sia diventato così popolare tra le donne suggerisce che non è così. Per la donna sembra quasi un gesto romantico, in cui l’uomo le mostra la sua virilità e sebbene voglia sembrare minaccioso la fa sentire protetta e implica in sé una certa dose di velata dominazione. La spettatrice, inoltre vive questo momento intensamente, perché non si arriva subito al rapporto sessuale, ma lo si lascia immaginare. È chiaro che il Kabe-Don, proposto al contrario, sembrerebbe quasi ridicolo e decisamente meno erotico.

Per concludere, se lo vediamo in un film, questo momento rappresenta quello che speriamo succeda, confessatelo! In fondo “stringiamoci la mano e passiamo attraverso un campo di fiori”, non fa venire nemmeno la metà dell’adrenalina e delle palpitazioni che ci crea il Kabe-Don!

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*