Home » Sessualità di Coppia » Kit anti-tradimento: ecco come scoprire se il partner vi tradisce
Kit anti-tradimento: ecco come scoprire se il partner vi tradisce

Kit anti-tradimento: ecco come scoprire se il partner vi tradisce

Esiste un kit anti-tradimento che in soli 5 minuti consente di scoprire se il vostro partner vi mette le corna. Ecco come funziona!I traditori più incalliti avranno finalmente le ore contate grazie al nuovo kit anti-tradimento che li smaschera in una manciata di minuti. Conosciamolo subito!

Cos’è il kit anti-tradimento

Il kit anti corna fai da te è la soluzione perfetta per tutte quelle donne che vivono nel dubbio o che hanno la certezza di essere tradite dai loro partner, ma non sono mai riuscite a beccarli in flagrante. Con un risultato attendibile al 100% questo kit è stato ideato dalla biologa Candiani e dalla giurista Castellani, due professioniste che hanno progettato il kit anti-infedeltà per aiutare soprattutto le mogli perseguitate dal tormento del tradimento a trovare le prove per inchiodare i mariti fedifraghi.

Come funziona il kit anti-corna

Il kit anti infedeltà rileva tracce di un enzima prodotto dalla prostata degli uomini presente in livelli molto alti nello sperma maschile che, fino a due ore dopo aver fatto sesso, continua a rilasciare questa sostanza su indumenti o materiali di diverso tipo.

Le tracce spermatiche durano per molto tempo e possono rimanere sul campione da testare, come uno slip, anche fino a 2 anni. Se sulla biancheria indossata saranno presenti tracce di liquido seminale , il kit lo identificherà e gli uomini traditori non avranno più scuse. Naturalmente il kit anti corna può essere usato anche dagli uomini per scoprire se la loro donna è una traditrice oppure no, e cercare sui loro indumenti tracce di sperma dell’amante lasciate sulle lenzuola di casa o sugli indumenti intimi delle rispettive partner. L’efficacia del kit grazie alla sua attendibilità al 100% consente di rilevare tracce spermatiche anche su pavimenti, tappeti, moquette, sedili di auto e pareti… insomma su tutto.

Ora sapete come scoprire un traditore però, occhio a non inquinare le prove con una sveltina con il presunto “colpevole” altrimenti i risultati potrebbero essere compromessi!

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*