Home » Sessualità di Coppia » La camporella: perché sì e perché no
sesso-in-auto

La camporella: perché sì e perché no

La camporella è un evergreen da cui tutti, prima o poi nella loro vita, passano. Oggi, se si viene beccati in flagrante, non si cade più nel reato penale; il rischio si riduce ad una semplice multa amministrativa, anche se salata.

Ci si può trovare in qualche situazione per cui non c’è il tempo materiale o lo spazio necessario per spostarsi verso una sistemazione più comoda e, quindi, ci si deve accontentare della macchina. Questo vale soprattutto per i giovani fidanzati e per gli amanti la cui unica priorità è: nascondersi.

Da un po’ esiste addirittura in Italia trovacamporella.com, un sito il cui obiettivo è quello di offrire una mappa indicante tutti i nascondigli in cui imboscarsi. Fortunatamente, non si rischia più di finire in tribunale con conseguente macchia sul casellario, clausola piuttosto scomoda per coloro che volevano partecipare a qualche concorso pubblico. Ora, l’unico rischio è l’obbligo di pagare una bella multa, dai 5mila ai 50mila euro; il reato penale rimane, però, se ci si apparta in luoghi frequentati da minori, soprattutto di giorno. Certo è che con pochi euro, si potrebbe affittare una camera e spazzare via qualsiasi rischio; c’è da dire però, che, senza il gusto del proibito, un po’ di desiderio cala.

Dove andare, quindi, in camporella?

Se si è soliti appartarsi in qualche strada o campo isolato, o se si è consapevoli del fatto che questa non è un’ipotesi così difficile da realizzare, è meglio avere sempre con sé un preservativo ed un pacco di fazzoletti, sia tradizionali che umidi; in questo modo, una volta consumata la passione, si potrà rimuovere qualsiasi traccia della fuga d’amore.

Prima di iniziare con i preliminari o il rapporto vero e proprio, sarebbe meglio chiudere la sicura della propria macchina; e controllare di avere un cellulare carico da usare in caso d’emergenza. Scomodità a parte, ogni camporella vale la pena di essere vissuta; quindi via con le posizioni!

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*