Home » Sessualità Maschile » Le cause dell’impotenza maschile
cause dell’impotenza uomo

Le cause dell’impotenza maschile

Spesso il rapporto di coppia funziona benissimo a livello emozionale e caratteriale, ma dal punto di vista sessuale, c’è calma piatta. Tra le altre, anche l’impotenza maschile può essere la causa di un’insoddisfazione a letto.

L’impotenza maschile sotto diversi punti di vista

Nonostante ci si trovi in una società avanzata, in cui la comunicazione e l’informazione conoscano molti canali attraverso cui raggiungere tutti, spesso, soprattutto tra i giovani, l’impotenza maschile può essere causa da una scorretta o mancata educazione sessuale. Basandosi sui racconti degli “amici” e sui porno, i ragazzi crescono credendo che le dimensioni e la durata siano fondamentali. Quando, però, si trovano sul campo e vedono che non rispecchiano questi due canoni, l’autostima si abbassa drasticamente, fino ad arrivare all’impotenza. Altro fattore molto importante è l’ansia da prestazione, legata ai famosi canoni ed in grado di condizionare l’erezione.

Da considerare anche lo spectatoring è la tendenza ad auto-osservarsi durante la prestazione; invece di lasciarsi andare, ci si concentra sull’erezione, per raggiungere i livelli da film. Ci sono, inoltre, le cause da cattivo apprendimento sessuale, che si verifica quando il primo rapporto con il partner viene vissuto in modo ansiogeno e, nei successivi rapporti, questa sensazione si ripresenta, peggiorando di volta in volta i livelli di erezione. Alcune volte una mancata complicità sessuale può essere legata ad incomprensioni pratiche della vita di tutti i giorni: qualche discussione, incomprensioni sui figli, sulla gestione del denaro, ecc. possono portare ad un’impotenza maschile a letto.

Esistono, infine, dei motivi intrapsichici che influiscono sull’impotenza maschile e sono i più difficili da individuare e curare. Possono riguardare la cosiddetta “vagina dentata”, problema per il quale si tende ad essere impauriti dalla figura femminile in genere, che viene vissuta come una minaccia, anche dentro il letto; o, infine, essere legati all’omosessualità latente o a un’identità sessuale confusa: in questi ultimi due casi, può mancare una scelta sessuale di base o una volontà di fuggire dal proprio orientamento sessuale.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*