Home » Sessualità di Coppia » Le migliori posizioni per fare sesso sulla sedia
consigli sesso sulla sedia

Le migliori posizioni per fare sesso sulla sedia

Sia che abbiate a disposizione una casa grande che una piccola, di modi per variare sul tema sesso se ne trovano tantissimi. Ogni tanto è bello uscire dalla routine della camera da letto, per lasciarsi andare alla passione in altre zone della casa (o in altri posti che non siano la casa…).

Altre zone sottintendono anche altri mobili che non siano il letto e, ovviamente, altre posizioni.

Di seguito indichiamo le migliori posizioni per fare sesso su una sedia. Va bene qualsiasi modello di sedia: una con i braccioli, con le ruote o anche una poltrona.

Posizioni consigliate per fare sesso su una sedia

  • Posizione del loto: una delle posizioni più sensuali del Kamasutra. Lui si siede sulla sedia e lei, sopra di lui, lo “circonda” con le gambe. Questa posizione permette di guardarsi negli occhi durante il sesso.
  • Posizione della cowgirl seduta: la donna si trova sopra, faccia a faccia con l’uomo; con le gambe a terra e controlla lei la situazione. Si può provare anche la variante con la donna di schiena all’uomo.
  • La pecorina in piedi: la donna si sostiene alla sedia, in piedi e l’uomo la penetra da dietro. Se la sedia è poggiata al muro, si può provare la variante con la donna inginocchiata sulla sedia.
  • La donna seduta apre le gambe per accogliere il partner. Quando lui, in piedi, la penetra lei lo stringe a sé con le gambe. In questa posizione sarà lui a scandire i ritmi.

Varianti sul tema

La sedia è ottima anche per i preliminari. Facilita molto le posizioni per il sesso orale, sia per lei che per lui. L’uomo, inoltre può anche guardare la sua partner sessuale mentre lei gli offre un blow job inginocchiata. La componente visiva di un rapporto sessuale, comunque, gioca sempre un ruolo fondamentale.

Fare sesso su una sedia ha anche numerosi vantaggi: consente una penetrazione più profonda, la stimolazione del suo punto G, si esce dagli schemi e, se non siete a casa, aggiunge anche quel brivido che si prova nel fare una cosa di nascosto con la paura di essere scoperti.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*