Home » Sessualità Maschile » Le verità nascoste sul pene e l’erezione maschile
Le verità nascoste sul pene e l’erezione maschile

Le verità nascoste sul pene e l’erezione maschile

Spesso, quando si parla di rapporto sessuale e di stimolazione del partner, si pensa che i genitali femminili siano molto più complessi di quelli maschili e che vadano conosciuti molto bene per ottenere dei risultati indimenticabili. Ma questa verità va in parte smentita: anche gli uomini, infatti, celano dei segreti che non tutte le donne conoscono.

Non tutte sanno, ad esempio, che l’erezione non è sempre uguale, ma ne esistono di tre tipi: quella che deriva dal contatto fisico; quella che si verifica in seguito ad una fantasia o ad un collegamento sessuale, senza contatto; e quella notturna, assolutamente incontrollata.

Un’altra delle verità nascoste riguarda la dimensione del pene: se un uomo si masturba raggiunge una certa lunghezza; se, invece, prima del rapporto, riceve del sesso orale, il suo pene diventa nettamente più grande. E se lui non si masturba per più di 2 giorni? Gli effetti possono essere solamente positivi per la partner, quando lo stimolerà: il flusso di sangue non ci sarà più e l’erezione sarà maggiore.

Erezione: troppo veloce, troppo lunga o assente

E cosa dire dei problemi di erezione? Questi possono essere la conseguenza di diversi fattori: una privacy mancante, quando ad esempio si condivide la casa con i genitori o con altri coinquilini; un eccesso di alcool e fumo; il troppo poco sonno: se non si dorme abbastanza, infatti, si interrompe il normale ciclo di erezioni notturne, senza contare il fatto che il desiderio sessuale diminuisce.

Un’altra delle verità nascoste riguarda chi propone un rapporto senza preservativo, che in realtà può avere dei buoni motivi: esistono, infatti, degli uomini che hanno serie difficoltà a raggiungere e mantenere l’erezione mentre indossano il preservativo. E se c’è chi ha un certo tipo di disagio, non manca chi soffre del problema opposto: qualcuno, infatti, soffre di un’erezione troppo lunga e non riesce, allo stesso modo degli altri, a controllarla.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*