Home » Cose Sexy » Libri erotici da non perdere – Prima parte
Libri erotici da non perdere Parte Uno

Libri erotici da non perdere – Prima parte

“Cinquanta sfumature di grigio” e i sui due sequel sono stati tutti dei best seller. Di certo però non sono gli unici libri erotici sul mercato. In questo articolo vedremo insieme una serie di libri  ad alto contenuto erotico che vi faranno venire i brividi sulla schiena già dalle prime pagine.

“Nemmeno un grammo d’amore” di Robin C

Da un titolo del genere non ci si può aspettare che sesso, perché questo è la storia tra William e Anna.

Lui è un brillante e affermato architetto, lei la sua stagista. L’uomo esercita sulla ragazza una dominazione totale, mentale e fisica. La loro è una relazione malata e ossessiva entrambi i protagonisti ne son consapevoli ma nessuno dei due vuole uscirne. A complicare ancora le cose, l’incontro di Anna con Edward, figlio di William, che rischierà di essere risucchiato in una spirale perversa.

 «Allarga bene le gambe», mormorò lui. Lo sentì scendere e aprire un varco tra le sue natiche, infilarvici il glande turgido e spingere di poco dentro il buco che stava per riempire.

“Nessun segreto” di Monica Burns

Lady Ruth Attwood non è più né bella né giovane. Considerata una donna non desiderabile, non sa se offendersi o sentirsi lusingata quando il barone Garrick Stratfield, un uomo più giovane di lei, le fa un’offerta che non può rifiutare…

«È il momento giusto per sussurrarti parole oscene?» chiese, premendo contro l’apertura del suo sesso. A quella piccola spinta, Ruth rispose con un respiro «Lo devo considerare un sì?» le chiese. «Sì, sì… » mormorò lei.

di Salwa Al-Neimi

Un libro esotico che rompe i tabù del mondo musulmano.

L’autrice racconta le sue esperienze erotiche, accompagnate da citazioni del mondo letterario arabo e di filosofi orientali che invocano la felicità sessuale. L’autrice Siriana vive in Francia. Il libro è stato bandito in molti stati Musulmani, in altri, invece, ha avuto un grande successo.

Dietro la porta ancora chiusa, mi tratteneva in un abbraccio di congedo, non riuscivamo a separarci.
Mi bacia ancora e ancora. Non riesco a staccarmi. Mi inginocchio davanti a lui, mi piego, gli strofino il viso tra le gambe.
Voglio che mi riempia la bocca. La mia dedizione quasi mi soffoca.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*