Home » Sessualità di Coppia » Metodi contraccettivi efficaci: teniamo alla larga gravidanze indesiderate
Metodi contraccettivi per evitare gravidanze indesiderate

Metodi contraccettivi efficaci: teniamo alla larga gravidanze indesiderate

Quando si parla di metodi contraccettivi efficaci, tutti credono di essere preparati, basandosi sulla convinzione che il proprio metodo sia il miglior compromesso tra praticità di messa in pratica e sicurezza del risultato; ma non è sempre così. Ed in questo articolo capiremo perché.

I metodi contraccettivi agiscono in modi diversi: possono fare in modo che gli spermatozoi non riescano ad arrivare all’utero, possono bloccare l’ovulazione o stoppare per un certo periodo la fertilità. La maggior parte delle donne preferisce i contraccettivi ormonali, mentre gli uomini sono maggiormente direzionati verso i preservativi.

I metodi contraccettivi più utilizzati

  1. Il profilattico: questa protezione in lattice è sicuramente la più utilizzata tra i metodi contraccettivi; oltre ad evitare gravidanze indesiderate, infatti, protegge anche da malattie sessualmente trasmissibili. Facile da utilizzare, è disponibile in varie taglie, colori e profumazioni. Va infilato all’inizio del rapporto, per evitare qualsiasi perdita di liquido seminale.
  2. La pillola: si tratta di una pastiglia da assumere ogni giorno per 21 giorni consecutivi (con pausa di 7 giorni). E’ sicura quasi al 100% ed è efficace da subito; ma non va assunta nel caso in cui ci sia una gravidanza in corso o malattie cardiache o circolatorie. Se si fuma, inoltre, sarebbe meglio smettere.
  3. L’anello: è una fascetta da inserire nella vagina, che rilascia in modo costante gli ormoni responsabili della protezione. Ha una durata di 3 settimane, quindi non è necessario un promemoria quotidiano e, in questo modo, non sono nemmeno interessati stomaco né intestino.
  4. Il cerotto: viene applicato sulla pelle, funziona allo stesso modo della pillola e dell’anello e rilascia quotidianamente gli ormoni necessari ad evitare gravidanze indesiderate. Bisogna sostituirlo una volta a settimana; dopo 3 settimane, bisogna farne una di pausa.
  5. L’impianto ormonale sottocutaneo: è tra i metodi contraccettivi più sicuri e duraturi; viene, infatti, impiantato, tramite un’incisione, sotto la pelle e dura circa 3 anni. Solitamente, però, è impiegata solo dalle donne che non possono fare uso di estrogeni.
  6. La spirale: ha la forma di una T e viene inserita nella cavità uterina dal ginecologo; dura anche questo diversi anni e rappresenta un ostacolo sia fisico che ormonale contro l’ingresso degli spermatozoi.
  7. Il diaframma: è una cupola in gomma da inserire nella vagina, che fa da barriera per gli spermatozoi. Tra i vari metodi contraccettivi, probabilmente è il meno pratico, in quanto richiede l’utilizzo complementare di spermicidi, da applicare (sotto forma di creme, gel, ovuli e capsule) ad ogni rapporto.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*