Home » Sessualità di Coppia » Pegging: la nuova frontiera dei giochi erotici
pegging

Pegging: la nuova frontiera dei giochi erotici

Che cosa è il pegging e perché è la nuova abitudine sessuale che molte coppie stanno iniziando a praticare sotto le lenzuola?
Il pegging avviene quando la donna, indossando mutande munite di dildo, penetra il partner. Ecco perché questa pratica non dovrebbe spaventare l’uomo, ma anzi potrebbe fargli anche molto bene.

Se siete tra gli uomini spaventati dalla richiesta della vostra compagna di praticare pegging allora leggete quest’articolo, potreste anche cambiare idea.

Prima di iniziare scegliere il materiale giusto

Se come coppia avete deciso di praticare il pegging scegliete sempre insieme il materiale che andrete ad utilizzare: esistono cinture falliche di diverse dimensioni e dunque, soprattutto se siete alle prime armi, sarà opportuno selezionare il dildo giusto. Non dimenticate di procurarvi anche molto lubrificante che sarà necessario per attenuare l’iniziale sensazione di dolore del partner che riceve il trattamento.

Particolare attenzione deve stare nella robustezza della cintura: per provarla si potrebbe, dopo averla indossata, mettere degli asciugamani sul fallo finto e vedere se questi resiste al peso senza spostarsi troppo.

Perché l’uomo dovrebbe praticare il pegging

Contrariamente a quanto possano pensare molti uomini questa pratica sessuale può essere piacevole per entrambi i partner. Per la donna risulta essere molto eccitante per lo scambio di ruoli, e di forza, che avviene nella coppia. Il sedere dell’uomo è anche da molte considerate come la parte più eccitante e poterlo “possedere” è sicuramente una motivazione in più per le donne per voler praticare il pegging.

Anche per l’uomo il pegging può essere molto eccitante. Questo perché, grazie a questa pratica, l’ano, il retto e tutti gli organi adiacenti vengono molto stimolati, compresa la prostata, zona che se stimolata a sufficienza potrebbe portare a un piacere molto intenso per l’uomo.

Inoltre esiste una componente psicologica nel pegging: molti uomini, e anche molte donne, possono trarre molto godimento dalla sottomissione che la donna esercita sull’uomo grazie alla pratica del pegging e della penetrazione femminile.

Pegging non è sinonimo di omosessualità

Praticare il pegging non vuol dire, per l’uomo, essere omosessuale. Vivere la propria sessualità in maniera aperta e a volte anche trasgressiva, sperimentando anche situazioni non considerate “normali”, può portare la coppia ad avere momenti di piacere molto intensi.

Dunque almeno una volta nella vita si dovrebbe sperimentare nella coppia il pegging, quantomeno per far capire alla propria compagnia quanto si può godere dalla simulazione della sottomissione.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*