Home » Sessualità di Coppia » Preservativo per sesso anale: quale usare?
Preservativo per sesso anale: quale usare?

Preservativo per sesso anale: quale usare?

Spesso si parla di preservativo per parlare dei classici rapporti vaginali; non bisogna dimenticare, però, che è molto importante usare anche il preservativo per il sesso anale. Le malattie sessualmente trasmissibili non vanno sottovalutate, in nessun caso. Inoltre, soprattutto nel caso del sesso anale, i preservativi sono di fondamentale importanza anche per questioni igieniche.

Le esigenze che sorgono durante il sesso anale sono diverse da quelle dei rapporti vaginali. Prima di tutto, c’è bisogno di una maggiore stimolazione e lubrificazione. Oltre ad una profonda lubrificazione, bisogna utilizzare un preservativo molto resistente. Questo potrebbe comportare una sensibilità ridotta, ma è un “difetto” che dobbiamo accettare per garantire la massima sicurezza del rapporto.

E per chi volesse avere il massimo della sensibilità?

Chi preferisse, invece, provare le sensazioni al massimo, può usare un preservativo per sesso anale ultra lubrificante, più facile da indossare ma meno resistente degli altri.

Prima di tutto, bisogna concentrarsi sulla stimolazione della zona interessata, che dovrà essere penetrata. E’ molto importante andare con calma, usando le dita per prepararsi fisicamente e psicologicamente all’ingresso del pene.

Come inserire il preservativo per sesso anale?

A quel punto, si può inserire il preservativo sul pene in erezione. Come fare? Ecco un ripasso: bisogna prestare molta attenzione mentre si toglie il preservativo dall’involucro senza usare le unghie o altri accessori che potrebbero graffiare o rompere il condom. Lo step successivo prevede di far uscire l’aria, per evitare rotture indesiderate durante il rapporto sessuale. A quel punto, si può srotolare il preservativo appoggiato sull’estremità del pene in erezione, facendo attenzione a due dettagli: non devono esserci bolle sulla lunghezza e deve rimanere dello spazio sulla punta per contenere lo sperma che fuoriuscirà. A orgasmo raggiunto, bisogna togliere il condom con il pene ancora in erezione, facendo attenzione a non far uscire lo sperma raccolto.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*