Home » Sessualità di Coppia » Quell’EX che ogni tanto ritorna: meglio un rimpianto o un rimorso?

Quell’EX che ogni tanto ritorna: meglio un rimpianto o un rimorso?

Tutti nella nostra vita ci siamo chiesti almeno una volta, è giusto o non è giusto tornare con un ex? Vediamo come trovare la risposta giusta.

La minestra riscaldata è buona oppure no? Meglio il rimorso di aver sbagliato a riprovare o il rimpianto di non aver tentato? Tutti ce lo siamo chiesti quando un ex ha deciso di tornare, magari proprio appena abbiamo smesso di pensarci. Allora ci ritroviamo ad un bivio.

Aiuto, non so che fare

Se questa situazione dovesse presentarsi ci sono molte variabili da valutare: non si può generalizzare dicendo: “No, non tornarci!” oppure “Tutti meritano una seconda possibilità”. La cosa migliore da fare è analizzare punto per punto ciò di cui si deve tener conto, prima di prendere una decisione. Questo argomento non va preso alla leggera. Una relazione (o, in questo caso, un ritorno ad essa) non dipende solo dal tuo cuore.

Come è finita la relazione?

Se la relazione è terminata pacificamente, magari consensualmente oppure per un malinteso, è molto più semplice riprovarci, magari sarà la volta buona. Al contrario se la rottura è stata dolorosa, se c’è stato un tradimento o tutti e due i partner si sono mancati di rispetto, bisognerebbe pensarci almeno due volte prima di tornare insieme: Abbiamo davvero perdonato? Siamo certi che il tradimento non si ripeterà o che noi non recrimineremo di continuo?

Considera i pro e i contro di tornare con l’ex

  • Perché il tuo ex ti sta cercando? Per trovare una risposta a questa domanda, dobbiamo essere sinceri con noi stessi, chissà che il nostro ex non si senta solo o viva un momento di malinconia…
  • Concentrati sulle motivazioni che adduce per tornare. A volte si torna solo per un momento di nostalgia e questo potrebbe generare ancora più rabbia e sofferenza. Prima di fare il passo, prova a intrattenere una conversazione seria, punta sull’ascolto e non fare troppe domande.
  • Valuta la sua insistenza. Se rinuncia al primo NO, forse manca la motivazione. In ogni caso, presta attenzione ai segnali d’allerta.

Rispondi sinceramente alla domanda più importante: tu cosa provi?

La cosa più importante è che tu abbia chiaro ciò che provi. A volte, ciò che unisce due persone è il ricordo, la nostalgia e l’amore che c’è stato. Se tornare non è la scelta giusta, non bisogna temere la solitudine perché essa è utile. Utile per guardare in noi stessi e capire cosa vogliamo.

Quindi in definitiva, “rimpianto”, “rimorso”, “va bene così”, sono tutte scelte tue. Guardati dentro, ascoltati sinceramente e prenditi un momento per pensare a te (ciò che vuoi e se l’altro sarà in grado di dartelo). E ricorda che anche se sembra difficile cominciare una nuova vita… ci sono molti pesci nel mare!

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*