Home » Sessualità di Coppia » Tango argentino: che passione!
sensualità e passione nel tango argentino

Tango argentino: che passione!

Il ballo è da sempre un ottimo strumento per stringere conoscenze interessanti; si possono incontrare persone sconosciute o approfondire rapporti appena iniziati. Il ballo, in particolare il ballo sensuale, è fondamentale per avvicinare due partner, sia da un punto di vista fisico che affettivo.E’, appunto, il caso del tango argentino, ballo sensuale per eccellenza, che favorisce un continuo scambio energetico tra i due ballerini.

Non si tratta solo di attrazione erotica, ma anche di affettività; ballare il tango argentino con un’altra persona consente di sentirne il calore, la passionalità, la complicità che pian piano si instaura e che porta ad un crescente avvicinamento, da tutti i punti di vista.

Il tango argentino coinvolge entrambi i ballerini, ad un livello sempre più alto. Man mano che ci si inizia a conoscere per quanto riguarda i passi, aumenta anche la conoscenza caratteriale dell’altro in quanto persona e, molto spesso, questo coinvolgimento si trasforma in passione ed eccitazione.

Tango argentino: scambio di energie

Con il tango argentino le energie dell’uomo e della donna vanno in una sola direzione, si incontrano e si fondono. Quando l’energia di lui arriva a lei, scende verso le sue gambe; una parte si scarica a terra, mentre l’altra risale, fino a ritornare a lui, carica di tutta l’energia femminile. Ballando, questi flussi continuano a circolare in modo continuo; di conseguenza, cresce anche la passionalità che, però, non è fine a se stessa, ma comprende anche un aspetto affettivo e sentimentale.

Nel tango argentino, il contatto tra i due ballerini non avviene a livello del bacino e delle parti del corpo propriamente passionali; rimanendo legati da mani e braccia e, soprattutto, dallo sguardo e dal respiro, i due arrivano ad una carica che non può essere paragonata a quella di nessun altro ballo sensuale. Chi vuole conquistare il proprio partner, quindi, dovrebbe prendere seriamente in considerazione questa possibilità, per un coinvolgimento mai raggiunto prima.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*