Home » Sessualità di Coppia » Trampling, Mistress e Pro-dom
Trampling, Mistress e Pro-dom

Trampling, Mistress e Pro-dom

Sei un uomo e adori essere sottomesso a letto? L’idea della donna dominatrice ti eccita? Ti stuzzica anche solo pensare di dover soffrire fisicamente per raggiungere l’orgasmo? Se la tua risposta è sì e non hai ancora provato il trampling, dovresti continuare a leggere questo articolo.

Che cosa significa esattamente “trampling”?

Il trampling è una pratica masochista molto diffusa; in quanto tale, alla base del piacere c’è dolore, sottomissione, umiliazione. Solitamente in un rapporto di coppia, che sia etero o omosessuale, è l’uomo a ricoprire il ruolo di schiavo, mentre la donna è la Mistress. Ciò significa che è lei a “dettare legge” e lo fa indossando tutine o corpetti in latex e intimo decisamente aggressivo.

Fin qua, nulla di nuovo. A distinguere il trampling da qualsiasi altra pratica masochista c’è, però, un dettaglio: l’essere calpestati. La Mistress deve calpestare il suo sottomesso: può farlo con i tacchi, ma anche con delle scarpe basse o addirittura scalza. L’importante è che, appunto, il calpestato soffra e che da questa umiliazione derivi la sua eccitazione.

Che differenza c’è tra Mistress e Pro-Dom?

Possiamo dire che per la Mistress il trampling è una pratica masochista amatoriale, mentre per la Pro-Dom è una professione, grazie alla quale percepisce del denaro. Ma non si tratta di prostituzione; in realtà, la dominatrice e lo schiavo stipulano un vero e proprio contratto. Si accordano, quindi, sul tempo (solitamente 24 ore) durante il quale lo slave deve dedicarsi al 100% alla sua Pro-Dom ed alle sue richieste, senza mai tirarsi indietro.

Dato che il rapporto si spinge, comunque, al limite e, in alcuni casi, lo supera, i due “partner” possono indicare, sempre all’interno del contratto, delle Safewords; se la soglia del dolore per lui non è più sopportabile, basta pronunciarle per fermare il gioco e fare un passo indietro.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*